Category archives: Point of view

Enrico Magnani e la ricerca dell’Arte Oggettiva

Negli ultimi anni numerosi studiosi hanno messo in luce il rapporto stretto che esiste tra arte moderna ed esoterismo, e più in generale hanno dimostrato come il misticismo e il pensiero esoterico siano caratteristiche specifiche di una parte importante della cultura moderna e contemporanea. Se a una prima analisi queste conclusioni possono apparire paradossali, in una società che si fonda su principi razionali e meccanicistici e che si trova in […]

Enrico Magnani and the research of the Objective Art

During recent years many researchers have highlighted the close relationship between modern art and esoterism; and more generally they have shown that mysticism and esotericism thought are specific characteristics of an important part of modern and contemporary culture. If, at first sight, these conclusions may appear paradoxical, in a society based on rational and mechanistic principles dwelling in a very advanced state of secularization, at a deeper level of analysis […]

Musicafé, suoni dal Mondo, n.7 David Bowie e la voglia di crederci, in Lazzaro

Oh Dio sì, tu non vedi quello che io ho visto. Per questo non hai saputo togliergli l’impronta della morte. Ci fossi stato, da qualche parte vicino a noi, saresti stato meno pronto a chiedere l’ennesimo risarcimento. Tu sei sempre agile Dio, con quell’arnese benfatto che uccide. Prima di farlo arrivare non lo hai neanche avuto per un buon tempo accanto: da noi poi ha fatto il figlio agitatore, ha […]

Musicafé, suoni dal Mondo, n.5. La rabbia insonne di Ivan Graziani

Era un portaordini della vita, un guerriero senza paura che sosteneva la sua forza battendo a regola di rock il plettro: la sua testa d’ariete. Ci teneva a far cadere un limite al giorno; dava il latte alla protesta con le sue note spezzate: che avevano le borchie il gas il ferro maestro. A ogni canzone aveva la vittoria in pugno, fosse contro cento maledette lingue o mille irriducibili usanze: […]

Alessandro Cecchi Paone a Praga

Il noto giornalista, divulgatore e presentatore televisivo italiano, Alessandro Cecchi Paone, è stato a Praga in occasione della “XV settimana della Lingua Italiana nel Mondo” per una serie di conferenze tenute presso L’Istituto Italiano di Cultura e l’Università Carlo IV.

Con Václav Bělohradský sulla paura dell'Islam e dell'ISIS, la guerra in Ucraina, il fondamentalismo, la globalizzazione e la giustizia.

Václav Bělohradský è uno dei più noti intellettuali e filosofi contemporanei cechi. Per Gariwo, Giardino dei Giusti di Praga e Café Boheme, abbiamo avuto l’imperdibile occasione di intervistarlo durante una conferenza sul futuro del pianeta tenutasi presso l’Università di Hradec Králové. I temi trattati sono i più disparati, uniti dal filo conduttore della scottante attualità e delle sfide che il futuro impone al mondo presente. Signor Bělohradský, durante la conferenza […]

“Italia populista. Dal qualunquismo a Beppe Grillo”. Intervista a Marco Tarchi

Marco Tarchi insegna Scienza della politica presso l’Università di Firenze ed è autore del saggio: Italia populista. Dal qualunquismo a Beppe Grillo, edito da “Il Mulino” (2015). In questo scritto l’autore illustra il percorso che, secondo quanto sostiene, avrebbe condotto la politica italiana, dopo quasi settant’anni di esperienza democratica repubblicana, a impregnarsi di una dose di forte populismo. Guglielmo Giannini, Umberto Bossi, Achille Lauro, Antonio Di Pietro, le campagne della […]

Il disegno astrologico della nuova Praga di Carlo IV. Astronomia e astrologia alla corte dell’Imperatore. Di Nicola Iannelli

ARTE E ASTROLOGIA NELLE CORTI EUROPEE Fin dai tempi più antichi gli uomini osservano il cielo, cercando nel tracciato delle stelle una via da seguire per il futuro e per soddisfare il loro desiderio di conoscenza. Non a caso nell’etimologia latina la parola “desiderio” deriva da de sideris (lett. “dalle stelle”). Da secoli dunque si chiede aiuto alle stelle per realizzare i propri progetti e le aspettative. Nelle corti tardogotiche […]

Il cielo di Dante nella Divina Commedia. Una lettura astronomica del viaggio dantesco. Di Nicola Iannelli

E’ opinione generale che Dante fu uomo di scienza. La Divina Commedia non fu solo un’opera di poesia, ma costituì la summa delle “conoscenze” del tempo, una sorta di “enciclopedia” di tutto il sapere e sintesi culturale del Medioevo. Un’epoca in cui la scienza era erudizione, dottrina, antica sapienza acquisita con lo studio delle fonti e lo scambio di idee nelle confraternite di iniziati. Attraverso continue elaborazioni il sapere di […]

La giustizia e la fragilità dell'essere umano. Intervista al Cardinale Dominik Duka

L’intervista a Dominik Duka, cardinale, teologo, arcivescovo di Praga e primate della Repubblica Ceca, sullo sviluppo morale e spirituale in Repubblica Ceca durante gli ultimi 25 anni, sulla differenza tra il mercato libero e la libertà nel mercato e sulla forza della fede sotto il giogo del totalitarismo. E poi sull’importanza della famiglia, la convivenza pacifica tra cristiani e musulmani e, naturalmente, sul progetto del Giardino dei Giusti a Praga […]